Fincantieri chiarisce alleanza con Naval Group

Durante una recente audizione al Senato tenuta dall’amministratore delegato Bono, Fincantieri ha precisato come dall’alleanza con la società Naval Group dovrebbe poter nascere un’entità giuridica unica, che a livello di holding vedrà Francia e Italia esercitare un controllo sostanzialmente paritetico.

L’Amministratore Delegato di Fincantieri, Giuseppe Bono, nel corso della stessa audizione ha poi aggiunto che ritengono di poter fare un’unica società, la holding appunto, dove i due Governi hanno già stabilito che sarà partecipata pariteticamente, lasciando però intendere che sotto la holding l’alleanza potrebbe avere equilibri diversi a seconda del settore.

Ricordiamo che in precedenza lo stesso amministratore delegato aveva spiegato che Fincantieri pesa molto di più nel civile, mentre Naval Group è molto più grande rispetto alla parte navale militare di Fincantieri.

Ancora, nel corso dell’audizione Bono ha poi spiegato che si attende una conclusione dell’operazione entro il 2018. L’esito del lavoro della Commissione che sarà costituita per lavorare a un’intesa nel navale militare è, riporta un comunicato Intesa citando gli accordi annunciati a settembre scorso, previsto entro giugno 2018.

Vedremo dunque nel corso dei prossimi mesi quali saranno gli effettivi sviluppi di questo comparto, e quali saranno altresì le valutazioni che il mercato avrà modo di effettuare sul cambiamento strategico che Fincantieri sta per adottare anche grazie all’introduzione di questa nuova operazione con Naval Group. Per il momento l’audizione del top manager è stata ritenuta soddisfacente dagli osservatori, che guardno ora con maggiore attenzione al modo con cui l’azienda concluderà l’esercizio 2017 e inizierà quello successivo.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *