Francia, migliora la fiducia delle imprese

In Francia la pubblicazione degli ultimi dati statistici conferma le impressioni di un miglioramento del clima all’interno del comparto produttivo. Nel dettaglio, stando ai più recenti aggiornamenti, è emerso che l’indice di fiducia INSEE presso le imprese manifatturiere transalpine, è rimasto sostanzialmente stabile a maggio a quota 109 punti, dopo che nel mese di aprile vi era stata una lieve revisione al rialzo nella misura di un punto.

Con tale balzo, l’indice si colloca ai massimi livelli dal giugno del 2011 a questa parte, con una buona spinta che sembra essere concentrata prevalentemente grazie alle indicazioni positive che sono arrivate dal settore dei materiali di trasporto e dei beni intermedi.

Ancora più nel dettaglio, l’aggiornamento statistico ci dice come l’indice legato alla produzione attuale abbia corretto a quota 15,2 punti da 17,9 punti, ma l’indice della produzione attesa è salito a 14,4 punti da 13,0 punti. Le pressioni sui prezzi in input calano, con l’indice a 3,7 punti dal dato precedente di 4,3 punti, ma aumenta il livello dei prezzi in output (a 4,5 punti contro il precedente dato statistico pari a 3,7 punti).

Ancora, emerge come il livello delle scorte sia in diminuzione (con l’indice a 5,2 punti contro il precedente dato di 6,1 punti). In media trimestrale il livello dell’indice generale si situa a 108,7 punti contro il dato di 106,1 punti risalente alla prima parte dell’anno.

In sintesi finale, emerge come le indagini di aprile e di maggio, unitamente alla valutazione dei dati del PMI manifatturiero, abbiano confermato come la produzione industriale dovrebbe significativamente accelerare nel corso del secondo quarto dell’anno, fornendo così un contributo positivo alla formazione del prodotto interno lordo rispetto a quanto era stato rilevato alla fine del mese di marzo, con un contributo negativo per mezzo punto percentuale.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *