Home » Accoppiatori per tubi: la garanzia di un sistema sempre perfetto

Accoppiatori per tubi: la garanzia di un sistema sempre perfetto

2_protezione saldatura 2019_Pagina_42_Immagine_0002-eosfieraL’accoppiatore è un componente chiave nel sistema di raccordo per tubi, il contatto tra i due tubi e il sistema. Qualunque progetto debba prevedere la lavorazione di tubi in acciaio, acciaio al carbonio o altri materiali flessibili deve disporre di una miscela precisa da un lato e dall’altro del tubo. Un accoppiatori per tubi garantisce costanti avvolgimenti, ottenendo anche un miglioramento estetico finale con scarichi interrati, che diventano più semplici ed economici da realizzare e mantenere.

Qual è il funzionamento di un Accoppiatore per tubi?

Anche se l’acciaio è un materiale resistente, c’è sempre una certa quantità di flessione all’interno del tubo. Con un accoppiatore per tubi il flusso di raccolta dei materiali all’interno è realizzato da due elementi differenti: il raccordo a tutto mandata (full mandrel) e il raccordo con riduzione dello spessore del tubo. Per ottenere il risultato finale, la miscela del mandrino e del raccordo devono essere molto accurate. L’acciaio in pasta è un materiale con una forza di coesione bassissima (10kg / mm2), inoltre, esistono una grande quantità di leghe e di combinazioni. Solitamente, per raggiungere il risultato finale, si prevede di aggiungere alla miscela una certa quantità di altri materiali, in genere ferro.

Il funzionamento genericamente di un accoppiatore per tubi

Sempre tenendo presenti le caratteristiche generali, il funzionamento generale di un accoppiatore per tubi è la seguente: il mandrino di raccolta dei materiali è composto da una miscela di acciaio e ferro. La miscela di acciaio e ferro è ben precisa per consentire l’uso di un mandrino al carbonio, il quale ha una forza di coesione due volte più alta di quella dell’acciaio in pasta. Il mandrino al carbonio è costituito da una parte in acciaio e una parte in carbonio. La parte in carbonio è l’elemento che si avvolge intorno allo spessore del tubo durante il processo di avvolgimento. Nella parte in carbonio vengono incise le tacche tra il mandrino e lo spessore del tubo, in modo che all’avvolgimento finisca col raccordo di raccolta dei materiali. Nel raccordo di raccolta dei materiali gli elementi sono: il raccordo a tutto mandata (full mandrel) e il raccordo con riduzione dello spessore del tubo. La miscela del mandrino e del raccordo devono essere molto accurate, in modo da ottenere una costante avvolgimento. La miscela del raccordo deve essere particolarmente accurata per assicurare un avvolgimento perfetto del mandrino e un avvolgimento perfetto del raccordo.

Tipi di accoppiatori

Scopo e design delle macchine variano in base alle esigenze. I più comuni sono:

– Accoppiatore ad avvolgimento rotante (rotating mandrel): questa macchina è nata nel 1919 per il corrugato di tubi in acciaio e in ferro. Il mandrino è dotato di un’asta a sfera che ruota, avvolgendo lo spessore del tubo intorno alla sfera.

– Accoppiatore ad avvolgimento a sfera (spherical mandrel): questo tipo di macchina è stato inventato nel 1930 per la lavorazione delle tubazioni in acciaio. Il mandrino in questo caso non ruota, ma è costituito da una sfera che viene avvolta intorno allo spessore del tubo.

– Accoppiatore ad avvolgimento a rullo (roller mandrel): questo tipo di accoppiatore è nato per il corrugato di tubi in acciaio e in ferro. Il mandrino è costituito da una sfera rotante e da un rotore che avvolge lo spessore del tubo intorno al rotore.

– Accoppiatore ad avvolgimento a bracci (arm mandrel): questa macchina, nata nel 1965 per il corrugato di tubi in acciaio e in ferro, ha mandrini composti da bracci mobili, avvolti intorno allo spessore del tubo.

I vantaggi di un sistema di accoppiamento per tubi

Il sistema di accoppiamento per tubi unisce i vantaggi di una lavorazione artigianale e quelli delle attrezzature moderne. Inoltre, offre una serie di vantaggi in termini di:

– Economia: la produzione a macchina è più economica rispetto alla produzione a mano perché si possono impiegare macchine a controllo numerico dotate di una serie di attrezzature automatiche per la produzione di tubi.

– Conformità: la produzione a macchina permette di lavorare sull’intero ciclo del prodotto con tempi e ritmi che sono assolutamente regolari.

Conclusione

L’accoppiatore è un componente chiave nel sistema di raccordo per tubi, il contatto tra i due tubi e il sistema. Qualunque progetto debba prevedere la lavorazione di tubi in acciaio, acciaio al carbonio o altri materiali flessibili deve disporre di una miscela precisa da un lato e dall’altro del tubo. Un accoppiatore per tubi garantisce costanti avvolgimenti, ottenendo anche un miglioramento estetico finale con scarichi interrati, che diventano più semplici ed economici da realizzare e mantenere.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi