Che cos’è il pilates?

Ne avete sicuramente sentito parlare ma, magari, non sapete esattamente che cos’è. Parliamo del pilates, un sistema di fitness sviluppato all’inizio del 20° secolo da Joseph Pilates, che ha sviluppato questo programma originato durante la prima guerra mondiale con l’intenzione di migliorare la riabilitazione per le vittime del conflitto. Durante questo periodo, infatti, il pilates era stato progettato per aiutare i soldati feriti a ritrovare la loro salute rinforzando, stirando e stabilizzando i muscoli chiave.

In particolare, Joseph Pilates preferiva concentrarsi su meno movimenti, ma più precisi, che richiedevano controllo e tecnica per aumentare la loro ripetizione. Credeva poi che la salute mentale e fisica fossero essenziali l’una per l’altra, creando ciò che è un metodo di condizionamento totale del corpo. Pilates, non a caso, utilizza il corretto allineamento, la centratura, la concentrazione, il controllo, la precisione, la respirazione e il movimento fluido per stabilire un sistema di lavoro perfetto dall’interno verso l’esterno.

Con tali auspici, le lezioni di Pilates possono effettivamente migliorare la forza, la flessibilità e il tono muscolare, ponendo l’accento sull’allungamento del corpo e sull’allineamento della colonna vertebrale, piuttosto che sulla massa e sull’accorciamento dei muscoli.

In particolare, Pilates si concentra sul nucleo che può essere considerato come la “centrale elettrica” ​​del proprio corpo, ovvero l’area tra le spalle e il bacino (senza braccia e gambe) comprendendo tutti i muscoli in quest’area.

Proprio grazie a quello che è il suo target e obiettivo principale, Pilates è popolare non solo nel campo del fitness, ma anche nella riabilitazione. Può essere usato per far progredire gli individui attraverso i movimenti utili per le loro attività quotidiane. L’attenzione al rafforzamento del nucleo e al miglioramento della consapevolezza posturale sono inoltre particolarmente indicati per alleviare e prevenire dolori alla schiena, al collo e alle articolazioni.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *