Home » Finanziamenti fino a 3000€, come fare per ottenerne uno?

Finanziamenti fino a 3000€, come fare per ottenerne uno?

8 euro-870757_1920Sei interessato a ricevere finanziamenti fino a 3000 euro ma non sai come richiederli? In questo articolo ti spiegheremo la procedura per ottenere questi piccoli prestiti, sia con garanzie che senza. Attenzione, pur non avendo una busta paga dovrai sempre mostrare fiducia alla banca o ente creditizio che si fida di te.

La tipologia di questi finanziamenti a piccoli importi, rientra tra quelli non finalizzati. Ciò significa, che non sarà necessario motivare la destinazione della cifra ottenuta in quanto potrai utilizzarli in base alle tue esigenze e necessità.

Puoi davvero ottenere un prestito da 3000 euro senza garanzie?

Cosa significa esattamente ottenere un prestito di 3000 euro senza garanzie? In verità, nessuna banca (seppur l’importo sia piccolo) ti erogherà credito senza che tu gli dimostri la capacità di poter saldare il debito.

Ma prima di focalizzarci su quali garanzie alternative dovrai dimostrare, ecco i requisiti indispensabili che devi avere per ricevere il credito desiderato:

  1. Età da minimo 18 a massimo 75 anni (spesso gli enti creditizi accolgono la richiesta di prestito anche per età superiori a quest’ultima).
  2. Regolare permesso di soggiorno o residenza italiana da minimo 6 mesi nel territorio italiano.
  3. Busta paga o una delle garanzie alternative come per esempio, il garante, redditi fissi e costanti o altri proventi economici derivati da attività autonome.

In linea generale e approssimativa, possiamo dire che i finanziamenti fino a 3000€ sono accessibili alla maggior parte di categorie, a loro volta non necessariamente con una busta paga da lavoro dipendente, bensì anche per casalinghe, studenti, lavoratori autonomi e dopo vedremo come potrebbero richiederlo i cattivi pagatori.

Come trovare il miglior prestito a 3000 euro: qualche esempio

Se volessi trovare il miglior prestito a 3000 euro, sicuramente le banche più convenienti sono tre: Agos, Findomestic e Compass. Abbiamo stilato diversi esempi, basati sull’importo da ricevere e suddivisi per tassi di interesse e durata del contratto.

Puoi richiedere prestiti di piccole somme di denaro (come prestiti di 1000/2000/3000€) direttamente online, ma prima ti consiglio di informarti al meglio sulla questione, le truffe sono sempre dietro l’angolo.

 

 Importo Tassi di interesse Periodo Rata
 Finanziamento Findomestic da 3000 euro TAN 6,97%
– TAEG 7,20%
 36 Mesi 92,60 euro
  Finanziamento Compass da 3000 euro – TAN 5,90%
– TAEG 10,90%
 3639 Mesi 95 euro
 Finaziamento Agos da 300 euro TAN 5,90%
TAEG 6,07%
 36 Mesi 91,13 euro

Si tratta di importi che le finanziarie potrebbero variare in qualsiasi momento. Quest’ultimi fanno riferimento al momento in cui scriviamo.

Come si può ricevere un prestito di 3000 euro per cattivi pagatori?

Per far sì che le finanziarie ti approvino un prestito da 3000 euro anche se rientrassi tra i cattivi pagatori, seppur sia una procedura difficile, ecco le soluzioni per aumentare le probabilità d’accettazione:

  • Finanziamento con delega;
  • Cessione del quinto della pensione o dello stipendio (sarà l’ente pensionistico o il tuo datore di lavoro a sostituire la figura del garante);
  • Finanziamenti con cambiale (con ipoteca di un immobile di proprietà).

Tali opzioni sono consigliate qualora fossi iscritto e segnalato come cattivo pagatore alla Centrale Rischi di Intermediazione Finanziaria (CRIF).

Mentre nel caso in cui tu non abbia garanzie sicure come la busta paga, ecco le alternative:

  • Ipotecare un immobile di proprietà;
  • Scegliere un garante: che sia un amico o parente poco importa. L’importante è che soddisfi i requisiti che mancano a te, ovvero avere una busta paga o delle garanzie per convincere la banca di poter saldare il debito. Egli si assumerà le responsabilità in caso di una tua insolvenza.

Hai compreso ogni aspetto dei finanziamenti fino a 3000 euro? Ti suggeriamo di fare attenzione ai tassi usurai, nonché quelli che superano la soglia massima consentita e regolamentata per Legge dalla Banca d’Italia.

 

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi