Home » Infestazione di ratti: cosa fare e quando chiamare un professionista

Infestazione di ratti: cosa fare e quando chiamare un professionista

4 animal-world-3552300_1920I ratti sono i principali responsabili di danni, malattie e cattivi odori oltre alla contaminazione degli alimenti e alla trasformazione di un ambiente in un vero e proprio teatro dell’orrore. Anche solo un singolo ratto che si rifugia dentro casa tua può causare molto problemi sia per la salute che per la qualità di vita dell’ambiente. Per questo è sempre il caso di agire prontamente ed affidarsi ad una ditta specializzata in disinfestazioni Roma o nelle varie città della penisola. Vediamo tutto quello che c’è da sapere sull’argomento e quando è il caso di chiamare un professionista.

In cosa consiste una derattizzazione?

Secondo la canonica definizione di derattizzazione questa consiste in una serie di attività volte a debellare la presenza di una colonia di ratti e a prevenirne il ritorno. L’azione tempestiva consente di ridurre considerevolmente i danni e i pericoli causati da questo animale che aggredisce qualsiasi cosa trovi sul suo passaggio e che si riproduce molto velocemente. I ratti contaminano gli alimenti, lasciano scie maleodoranti in casa e feci oltre a diffondere pericolose malattie.

Inoltre questi danno vita a colonie di batteri molto pericolose rendendo la casa, il giardino o l’attività commerciale un vero e proprio inferno. Per tutte queste ragioni la prima cosa da fare è non prendere iniziative ma chiamare l’esperto che si attiverà per un sopralluogo urgente. Grazie alla verifica iniziale sarà possibile capire l’entità dell’infestazione e le soluzioni da porre in atto per debellarla definitivamente.

I segnali da infestazione di topi

L’esperto noterà alcune caratteristiche sul luogo infestato che puoi osservare tu stesso. In primo luogo dovrai individuare gli escrementi di color marrone e di grandezza di massimo 14 millimetri. Sembrano chicchi di riso affusolati e ogni ratto ne produce fino a quaranta ogni notte.

Oltre agli escrementi i ratti lasciano scie di urina e tracce sui percorsi stabiliti che seguono per tornare alla base, un mix di sporco e grasso scuro maleodorante che ti conduce al nido.

Un altro chiaro segnale della presenza di ratti sono i rosicchiamenti di plastica, legno e altri materiali grazie ai quali mantengono i denti affilati. Si tratta di un fattore di rischio non indifferente qualora dovessero aggredire dei cavi elettrici perché possono provocare incendi repentini e guasti alla linea elettrica.

Perché agire in fretta?

Inoltre i ratti aggrediscono il cibo per cui più ne trovano e più ingrosseranno la colonia. Essi scavano passaggi presso capannoni, scantinati e garage e creano tane e cunicoli anche sotto i cumuli di compostaggio o sotto le coperture dei tetti.

Possono trasmettere peste, tifo murino, colera, salmonella e leptospirosi con conseguenze letali per l’uomo. Per questo agire da soli è vivamente sconsigliato dal momento che un moro potrebbe verificarsi fatale per adulti a bambini. In caso di segni di presenza dei topi occorre rivolgersi al professionista predisponendo gli ambienti ad una derattizzazione ad hoc.

La scarsa igiene e il silenzio di luoghi bui e non frequentati sono i principali fattori di rischio per cui occorrerà una profonda sanificazione a supporto delle attività di derattizzazione che scongiurerà il rischio di un ritorno della colonia.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi