Home » Il settore farmaceutico torna a crescere

Il settore farmaceutico torna a crescere

calculator-385506_960_720Nei primi cinque mesi dell’anno il fatturato dell’industria farmaceutica italiana ha conservato un discreto ritmo di crescita, denotando infatti un progresso tendenziale del 3.9 per cento secondo quanto rilevano le ultime stime compiute in materia.

In buona evidenza, e senza scomodare i confronti con i picchi minimi di settore, si tratta di un risultato piuttosto soddisfacente, e che risulta essere ottimale anche se raffrontato a quel che sta accadendo nel resto del vecchio Continente (la Germania ha ad esempio accusato un lieve arretramento delle proprie posizioni durante gli ultimi mesi).

Così come avviene in numerosi altri settori dell’economia nazionale, anche per il settore farmaceutico val la pena ricordare che sono stati i mercati esteri le aree ancora una volta trainanti per la ripresa complessiva del comparto, mentre sul fronte interno la domanda è ancora debole e le pressioni sui prezzi sono rimaste elevate.

Per quanto concerne gli aggiornamenti statistici sui dati a noi più vicini, si noti come nei primi mesi dell’anno l’evoluzione del mercato interno ha risentito della peculiare stagione influenzale 2015-16 che, come rilevato da Influnet dell’Istituto Superiore di Sanità, ha mostrato un picco epidemico molto inferiore rispetto a quello della scorsa stagione. Secondo i dati IMS tra gennaio e maggio, infine, il mercato interno ha mostrato un calo sia in quantità sia soprattutto in valori.

Per i prossimi mesi, è previsto che il trend positivo attualmente in atto possa consolidarsi, cercando pertanto di recuperare le posizioni perdute nel periodo di lunga crisi economica e, possibilmente, poggiando tale ripresa anche su un rinnovato sviluppo della domanda interna, e non più solo sull’export.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi