Home » Apple Vision Pro, recensione del nuovo visore

Apple Vision Pro, recensione del nuovo visore

vision appleIl tanto atteso visore di Apple, a partire da 3.500 dollari, è in fase di lancio negli Stati Uniti: si tratta del primo nuovo gadget importante dell’azienda ad arrivare sul mercato dopo il debutto dell’Apple Watch nell’aprile 2015.

Gli analisti non si aspettano che il Vision Pro generi un’enorme quantità di ricavi all’inizio. UBS prevede che Apple venderà circa 400.000 visori, per un fatturato “relativamente irrilevante” di 1,4 miliardi di dollari quest’anno. Tuttavia, se Apple venderà versioni più economiche, nei prossimi anni milioni di persone si avvicineranno a questo business.

Ciò premesso, il Vision Pro offre un nuovo tipo di esperienza che Apple chiama “spatial computing”. Puoi sederti nel tuo mondo mentre ne guardi uno digitale, e poi posizionare diverse app intorno a te. Puoi lavorare, giocare, guardare film o navigare sul web. Grazie a schermi molto nitidi e a un processore M2 che di solito si trova nei Mac, il Vision Pro è in grado di fare molte delle cose che ci si aspetta da un dispositivo Apple. C’è un App Store dedicato alle applicazioni di Vision Pro, ma puoi anche installare più di un milione di applicazioni per iPhone o iPad. Oppure puoi abbinarlo al tuo Mac e lavorare guardando un display 4K all’interno degli occhiali.

La navigazione è facile una volta che ci si è abituati. Non ci sono controller. I visori utilizzano dei sensori per tracciare i tuoi occhi (e anche per verificare quando fai acquisti online o nell’App Store). Apple offre un rapido processo di configurazione che allinea le cuffie ai tuoi occhi e poi ti fa guardare una serie di punti, pizzicando le dita mentre lo fai per poterle calibrare. Se porti gli occhiali, Apple vende anche degli inserti da inserire nel visore. Il sistema è incredibilmente preciso. Devi solo guardare dove vuoi andare e poi toccare il pollice e l’indice per selezionare un pulsante o un’applicazione.

Anche gli altoparlanti integrati sono ottimi. Hanno un volume elevato e supportano l’audio spaziale, per cui se giri la testa dal film che hai davanti, il suono rimane nello stesso punto, proprio come se stessi guardando una vera TV. La musica e i film hanno un suono fantastico, con un audio surround completo. Tuttavia, le persone possono sentire l’audio che esce dalle cuffie, quindi è meglio usare le AirPods in pubblico.

Saranno un successo?

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi